Ques’anno, Fa la cosa giusta, la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili compie 15 anni. Per festeggiare l’anniversario l’ingresso alla manifestazione che si tiene dal  23 a domenica 25 marzo è gratuito.
L’appuntamento è nei Padiglioni 3 e 4 di fieramilanocity in viale Scarampo angolo via Colleoni, (ingresso Gate 4, metropolitana Lilla fermata “Portello”).

La novità di questa edizione è Sfide. La scuola di tutti, un nutrito programma di seminari, convegni workshop rivolto ai protagonisti della scuola: insegnanti, dirigenti, personale scolastico, studenti e famiglie. I temi trattati sono tanti e vanno dall’alimentazione a scuola, all’educazione alla sostenibilità, la formazione degli insegnanti, la psicologia degli adolescenti, fino alla tecnologia. L’obiettivo di SFIDE è ‘essere lo spunto per condividere un’idea di scuola inclusiva, aperta al territorio, innovativa, in grado di gestire la complessità, di promuovere la ricerca e la sperimentazione al fine di sviluppare percorsi per competenze in un’ottica di apprendimento continuo’. FOODINSIDER partecipa con due interventi all’interno di SFIDE rivolti ai commissari mensa, ai genitori e agli insegnanti e a tutti coloro che sono sensibili al tema dell’alimentazione e della sostenibilità. Gli interventi in programma sono:  Educazione al gusto e alla sostenibilità con Clara de Clario e Maria de Biase, sabato 24 marzo alle 15.30 e Educazione al consumo consapevole domenica 25, alle 12.00 con  Anna Villarini e Giovanni Dinelli.

Domenica parleremo di cibo e dei rischi a cui esponiamo i bambini se non scegliamo un’alimentazione corretta e una qualità di alimenti sani con alcuni dei più autorevoli esperti di alimentazione e di biologico. Il tema è quanto mai attuale perché il consumatore oggi è costantemente bombardato da messaggi pubblicitari: prodotti industriali reclamizzati come artigianali. Il marketing trasforma un prodotto con decine di additivi chimici in un alimento ”naturale”. Quanto sappiamo realmente di quello che mangiamo? Imazil, glutammato monosodico, nitrato di sodio, edulcoranti artificiali, solfiti, sciroppo di glucosio, …. Siamo in grado di riconoscere un alimento ‘sano’ da uno che ci ‘avvelena’? Ci troviamo cibi ‘pericolosi’ anche nelle mense scolastiche? I  bambini cosa rischiano? Come difenderli e come difenderci? Ne parleremo con Anna Villarini, biologa e specialista in Scienza dell’Alimentazione, ricercatrice presso il Dipartimento di Medicina Predittiva e per la Prevenzione della Fondazione IRCCS-Istituto Nazionale dei Tumori dove coordina alcuni studi di intervento alimentare, e Giovanni Dinelli, Professore ordinario presso il Dipartimento di Scienze Agrarie dell’Università di Bologna, esperto di agricoltura biologica e metodi di coltivazione a basso impatto ambientale con particolare riferimento al valore nutrizionale dei prodotti agricoli e al loro impatto diretto e indiretto sulla salute umana.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI