Al tg3 giovedì 14 giugno si è parlato del 3° Rating dei menu scolastici. Tre minuti per presentare i dati salienti dell’indagine e rispondere all’intervista della conduttrice del TG. Un tempo minimo per dire su cosa bisognerebbe indirizzare il cambiamento delle mense scolastiche: più controlli, la formazione dei cuochi e degli insegnanti, l’educazione alimentare a scuola, il legame con il territorio, il biologico e la partecipazione dei genitori.

Tanti anelli di una macchina complessa che ha molte implicazioni e ricadute sulla salute dei bambini e del territorio, sull’economia, sul benessere e il consenso verso le Amministrazioni locali.

Tre minuti per raccontare il nostro pregiudizio sul gusto dei nostri figli e la responsabilità che ha la mensa di educare il palato dei bambini al sapore di piatti semplici e di cibi ‘autentici’, non manipolati. Un’occasione per Foodinsider per comunicare ad un grande pubblico la necessità di un cambio di rotta delle mense scolastiche, che non può prescindere dal piacere del gusto, (che non è quello omologato del cibo industriale) dall’equilibrio della dieta e dalla qualità del cibo, il tutto in una cornice di sostenibilità.