menu_medieSiamo a Milano, in china town, una zona molto vivace dove le famiglie che ruotano intorno alla scuola si conoscono e si ritrovano nella piazzetta, che è il baricentro del quartiere. In questa realtà succedeva che fosse di rito per i ragazzi delle medie andare a mangiare nel fast food di zona, il venerdì, diventando un luogo d’incontro e un punto di ritrovo del fine settimana. Niente di male, ma perché non allargare la sfera dei ristoratori di riferimento per i ragazzi nella zona, inserendo locali con menu gustosi e un po’ più sani?
Alcuni genitori pensano ad una mensa di quartiere, sondano con i ragazzi cosa spendono ‘minimo’ nel fast food e con la stessa cifra, 6 euro, chiedono ai ristoratori di qualità della zona cosa potrebbero offrire ai ragazzi delle medie.

Con sorpresa vengono fuori dei menu molto interessanti: chi offre il piatto unico con primo, secondo e contorno, chi si limita a considerare la dimensione del piatto, all’interno del quale i ragazzi possono scegliere qualsiasi menu disponibile, chi punta ad una bella fetta di  lasagna di verdura per chiudere in bellezza con crostata alla frutta, ma c’è anche il ristorante cinese con involtini primavera, pollo alle mandorle e contorno.

Alla fine sono 8 i ristoratori a cui piace la proposta della mensa di quartiere che prende il nome di ‘Menu Medie’ a cui solo i ragazzi possono accedere con apposita tessera.

Da tre anni il venerdì l’uscita da scuola è una festa: con ragazzini che si organizzano e a gruppetti vanno nei locali limitrofi alla scuola per degustare un menu fatto per loro e qualche volta, quando vogliono cambiare, vanno al fast food che però non è più l’unico punto di ritrovo.

Questa iniziativa è stata realizzata con successo dalla commissione mensa della scuola media Panzini  di cui ha parlato anche il Corriere della Sera all’avvio della convenzione.