<a  Altroconsumo ottobre 2016
articolo_regione_Lombardia http://www.lombardiaspeciale.regione.lombardia.it novembre 2017
 2 maggio 2017Corriere_it
Bisenzio7

 

Ilsole24oreIlsole24ore 29 marzo 2017
[…] Claudia Paltrinieri, tra le fondatrici di Foodinsider, la sintetizza così: “Il tema della qualità e del costo del pasto a scuola restano centrali per i genitori, ma le strade finora percorse sono diverse. Tra il movimento Caro mensa di Torino e il nostro ci sono molte affinità ma abbiamo obiettivi diversi, per loro probabilmente ottenere il riconoscimento del pasto casalingo a scuola era l’obiettivo, a fronte di un costo mensa insostenibile e irremovibile, per noi potrebbe essere uno strumento per migliorare la mensa: là dove i genitori diventano una sorta di ‘concorrenza’ saranno di stimolo a ridurre costi del pasto e a migliorare la qualità dei piatti affinché tornino ad essere attratti dal servizio di refezione scolastica”. Nella rete ci sono mamme avvocate e papà nutrizionisti, mamme biologhe e papà disoccupati: […]

 

Corriere_007 della mensaCORRIERE ottobre 2015
I genitori di tutta Italia si trasformano in 007 dei piatti serviti ai figli nelle scuole. Si alza il livello di guardia e di controllo sulla qualità dei cibi e sui costi del servizio, grazie all’iniziativa di alcune mamme di Milano e di Venezia. Da loro è partita l’idea di creare una rete dei comitati mensa a livello nazionale, con il lancio di una piattaforma comune (foodinsider.it) e una newsletter condivisa a tappeto in cui scambiarsi notizie, esperienze, moduli interattivi per monitorare i singoli casi. In meno di due mesi, si sono aggregate tantissime realtà, grandi e più piccole: Genova, Terni, Napoli, Perugia, Lecco, Sesto Fiorentino, Portici…[…]
RepubblicaRepubblica.it 27 maggio 2016
Il Comune di Jesi è in testa alla classifica, con 113 punti, seguito da Trento, 111 punti, e Bologna, 105 punti. Bologna, Pisa e Firenze sono virtuose nell’utilizzo di prodotti biologici, dall’85 al 100%. Ottimo punteggio per Trento e Bolzano, per la scelta delle verdure crude, addirittura come antipasto. E Bologna va al proscenio sfoggiando otto tipi di primi a base di cereali: pasta, riso, polenta, orzo, kamut, miglio, farro e quinoa. A Macerata il primato per varietà di pesce: tonno, merluzzo, seppia, coda di rospo e sgombro[…] Per la prima volta, i cittadini hanno in mano uno studio comparato, basato sui numeri – spiega Claudia Paltrinieri, rappresentante a Milano delle commissioni mensa cittadine, ha fondato il sito Foodinsider ed è una delle animatrici della rete nazionale – L’obiettivo non è dare un giudizio tassativo, ma aprire, a partire dai dati, un confronto tra amministrazioni, aziende e genitori. I dati del rating, poi, sono stati condivisi con i Comuni e aziende di ristorazione e da loro autorizzati”. Eccetto Milano, che si posizionava a metà classifica (solo 10% bio, ma ottimo uso di cereali), ma non ha riconosciuto lo studio.[…]

 

IlGiornoIlGiorno
26 maggio 2016
[…] Ieri mamme e papà delle elementari di tutta Italia si sono sintonizzati sul blog foodinsider.it. Per la prima volta è stata pubblicata una classifica delle mense nelle scuole primarie pubbliche. Metro di paragone: i menù resi noti dalle amministrazioni (per Milano l’ultimo invernale). Il titolo: “viaggio nei menù scolastici d’Italia”. Gli autori: genitori delle commissioni mensa di 40 città. Al primo posto è risultata Jesi (An), seconda Trento, terza Bologna, 16esima Bergamo, 20esima Monza, 25esima Brescia. E Milano? È una delle 2 a non comparire. L’unica per divieto dall’alto: di Milano Ristorazione e Comune. “Dati distorti”, la contestazione mossa. L’obiettivo dell’iniziativa è “promuovere un confronto” tra chi eroga il servizio, azienda comunale o società esterna, e le famiglie. E sollecitare un miglioramento della qualità dei piatti serviti ai figli.[…]

 

La Provincia

La Provincia ‘Cremona al Top’ 13 marzo 2017CREMONA – Cremona, con il menu predisposto dal settore Politiche educative del Comune per le scuole primarie statali, si è classificata al primo posto nell’ambito del secondo rating dei menu scolastici realizzato dall’associazione Foodinsider. Il rating assegna a ciascun menu un punteggio in base ai risultati di un approfondito questionario predisposto dall’ASL2 di Milano. Sono premiati i menu più equilibrati in base ai parametri delle Linee Guida della ristorazione scolastica e le recenti raccomandazioni dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).[…]

 

Il Friuli
Il Friuli.it 20 marzo 2017
Con un punteggio superiore di 13 punti al livello ottimale, il Comune di Udine si situa all’8° posto nella classifica 2016/17delle cinquanta migliori mense scolastiche italiane secondo Foodinsider, la piattaforma che promuove lo sviluppo di una rete di genitori sensibili, commissari mensa, mondo accademico, insegnanti, nutrizionisti, amministratori comunali, persone attente al tema ‘alimentazione’ a scuola (www.foodinsider.it).

 

Rimini_News

NewsRimini.it 14 aprile 2017
Rimini sale al terzo posto, nell’ambito del secondo rating dei menu scolastici realizzato dall’Associazione Foodinsider. Il rating assegna a ciascun menu un punteggio in base ai risultati di un questionario predisposto dall’ASL2 di Milano.Sono premiati – specifica l’Amministrazione Comunale – i menu più equilibrati in base ai parametri delle Linee Guida della ristorazione scolastica e le recenti raccomandazioni dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità). L’indagine non considera aspetti come il gradimento del pasto, ma la qualità, frequenza e varietà degli alimenti proposti nei menu scolastici in base ai suddetti parametri. […]

 

Trento_Today
TrentoToday 24 marzo 2017
Il menù delle mense scolastiche trentine tra i migliori d’Italia, menu proposto nelle scuole da Risto 3 e dalla Gestione Associata delle Comunità Rotaliana Kõnigsberg, Valle di Cembra, Paganella, Territorio Val d’Adige di cui la Comunità Valle dei Laghi è capofila, si riconferma al secondo posto nella classifica 2016/17 delle cinquanta migliori mense scolastiche italiane elaborata da Foodinsider.it, una piattaforma web formata da genitori, commissari mensa, mondo accademico, insegnanti, nutrizionisti e amministratori comunali“.

 

Bergamo News
Bergamo News 22 marzo 2017
Quali sono i menu invernali delle scuole primarie più equilibrati in base ai parametri delle Linee Guida della ristorazione scolastica e le recenti raccomandazioni dell’OMS? L’indagine, che si basa sul questionario “Menù a punti” sviluppato dall’Asl2 di Milano e che è stato semplificato e pubblicato online sul sito foodinsider.it ha premiato Cremona e a suo modo anche Bergamo. […]

 

 Il Dolomiti
Il Dolomiti 26 marzo 2017TRENTO. La medaglia è d’argento: il menu proposto nelle scuole da Risto 3 e dalla Gestione Associata delle Comunità Rotaliana Kõnigsberg, Valle di Cembra, Paganella, Territorio Val d’Adige di cui la Comunità Valle dei Laghi è capofila, si riconferma al secondo posto nella classifica 2016/17 delle cinquanta migliori mense scolastiche italiane elaborata da Foodinsider.it, una piattaforma web formata da genitori, commissari mensa, mondo accademico, insegnanti, nutrizionisti e amministratori comunali.[…]

 

Umbria Domani
Umbria Domani 22 marzo 2017
[…] Secondo lo studio di Foodinsider, che ha visto impegnati i genitori in qualità di commissari nelle mense scolastiche di tutta Italia, Spoleto si colloca all’undicesimo posto nella classifica delle 46 migliori realtà, con un totale di 105 punti (tre le fasce di valutazione: sotto i 50 punti non sufficiente, dai 50 ai 100 sufficiente, superiore ai 100 punti eccellente menù). A dare questa notizia è stato il Comune di Spoleto. […]

 

Spoleto

Tuttoggi info 21 marzo 2017
Un’indagine per misurare la qualità dei menù scolastici, confrontare le diverse realtà territoriali e diffondere quindi la conoscenza delle best practice. È stato presentato il 12 marzo scorso a Milano in occasione di “Fa’ la cosa giusta”, il lavoro che Claudia Paltrinieri di “”Foodinsider”, con il supporto di partner autorevoli, ha realizzato sul tema della mensa scolastica, misurando la qualità e l’equilibrio dei menù.
Una sorta di classifica nazionale (il riferimento è l’anno scolastico 2016/2017) che premia i menù più equilibrati per qualità, frequenza e varietà degli alimenti proposti, in base ai parametri delle Linee Guida della ristorazione scolastica e secondo le recenti raccomandazioni dell’OMS.