seignalet dieta ipotossicaIl dott. Seignalet è stato ematólogo, immunologo, biologo, professore di Medicina presso l’Università di Montpellier e per molti anni ricercatore e autore di oltre duecento pubblicazioni su riviste prestigiose di medicina.

In quale modo un’alimentazione concepita nel modo sbagliato provoca certe malattie? Qual è la dietetica ideale?

Secondo Seignalet è proprio il nostro modo di mangiare che influenza la nostra salute, in un senso sia negativo che positivo, tant’è che dal risultato delle sue ricerche emerge che molti disturbi dipendono dall’alimentazione moderna.
Seignalet è riuscito a dimostrare che attraverso un radicale cambiamento nutrizionale, (la dieta ipotossica) si ottengono effetti positivi su almeno 91 malattie. I risultati spesso straordinari della dieta diventano evidenti, sia dal punto di vista preventivo (ateroscerosi, cancro, ecc..), che dal punto di vista terapeutico per molte malattie. Ne citiamo solo alcune riportate nel libro ‘l’alimentazione antidolore':
sclerodermia, sclerosi a placche, angina pectoris, diabete di tipo 2, Parkinson, asma, bronchite cronica, gastrite, malattia di Crohn.

Al dott. Seignalet dedichiamo una sezione di questo sito con maggiori informazioni relative alla sua vita, ai principi della dieta ipotossica (detta anche dieta ancestrale), e un esempio di settimana tipo con i piatti e relative ricette.
Un testo interessante che tratta le tesi del dott. Seignalet è:

alimentazione antidolore e la dieta ipotossicaL’ALIMENTAZIONE ANTIDOLORE
Jaclqueline Lagacé – Sperling & Kupfer – Milano 2012
Fitte lancinanti alle mani, articolazioni delle dita bloccate, forti dolori alla schiena, insonnia, depressione. La vita della dottoressa Jacqueline Lagacé, come quella di milioni di persone affette da artrite e artrosi, è un calvario, fino al giorno in cui s’imbatte nella dieta ipotossica del dottor Seignalet e decide di provarla. In fondo, si dice, che male può fare? Di certo sarà sempre meglio degli antidolorifici e degli antinfiammatori che lei – come molti di coloro che soffrono di malattie croniche – assume da anni, con esiti deludenti. I risultati sono spettacolari. In poco più di 10 giorni il dolore è sparito e in sedici mesi recupera totalmente l’uso delle dita. Da allora, da medico qual è, la sua diventa una vera missione, affinché molti altri, come lei possano trovare sollievo dalla sofferenza cronica. Analizza tutti gli studi e i dati documentati sull’alimentazione antidolore e antinfiammazione, verificando quali cibi sono terapeutici e quali deleteri, scoprendo come potenziare le difese immunitarie e scegliere le cotture più sane o gli integratori più utili. Approfondisce le predisposizioni  genetiche, individua le patologie trattabili con maggiore efficacia e introduce preziosi adattamenti per la dieta quotidiana in base alle diverse esigenze: per chi vuole anche perdere peso, per chi è celiaco, per chi vuole disintossicarsi. Best-seller in Canada, questo libro chiaro e pratico è stato scritto per tutti coloro che – in Italia sono dieci milioni di persone – devono convivere ogni giorno con il dolore cronico, mentre un’alimentazione adatta potrebbe aiutarli più di pillole e iniezioni. E senza effetti collaterali con quello che scelgono di mangiare.