La qualità della mensa si può misurare da tanti punti di vista, anche dal gradimento. La percezione della qualità del servizio è un aspetto importante che si può cogliere sia con la misurazione degli scarti, che con un sondaggio sul gradimento. I Criteri Ambientali Minimi chiedono entrambe le cose:

Le eccedenze alimentari, distinguendo tra primi, secondi, contorni, frutta, piatto unico e tra cibo servito e non servito, devono essere, almeno approssimativamente, calcolate e monitorate. Le motivazioni sulla base delle quali si genera l’eventuale eccedenza alimentare nei pasti somministrati devono essere analizzate anche attraverso l’utilizzo di questionari da sottoporre a cadenza semestrale agli utenti sulla base dei quali rilevare anche le casistiche dei disservizi

Il questionario, a disposizione dell’utenza, è un sondaggio che registra la percezione della qualità, che abbiamo utilizzato quest’anno per mettere a confronto i dati che rileviamo attraverso il test ‘Menu a punti‘ . Si tratta di uno strumento semplice aperto a tutti che quest’anno ha raccolto più di 1000 registrazione nell’arco di un mese.

Chi è interessato a conoscere la percezione del proprio servizio può invitare i genitori e gli insegnanti del proprio Comune a compilarlo e poi inviarci un’email a info@foodinsider.it con richiesta dell’estrapolazione dei dati registrati nel nostro database, che non raccoglie informazioni sensibili, ma solo i dati di gradimento anonimi.

Il questionario è disponibile a -> questo link