avvocatoGiovedì 17 novembre presso il Tribunale di Milano si sono tenute le udienze relative ai 2 ricorsi fatti da alcuni genitori milanesi per il consumo del pasto da casa all’interno del refettorio. Da quanto pubblicato sulla pagina facebook gestita dai genitori che sono parte in causa all’interno di questo contenzioso si legge un resoconto sintetico da cui emerge la volontà dei giudici di prendere tempo affinché si trovi una soluzione conciliatoria. Oggetto del contendere, ricordiamo, è il refettorio: i genitori rivendicano la facoltà di consumare il pasto da casa all’interno del refettorio durante l’ora del pasto insieme ai propri compagni. Di seguito il testo tratto dalla pagina Facebook ‘pranzo da casa Milano’.

MILANO – UDIENZE 17/11/16
Ieri mattina si sono tenute le prime due udienze dei ricorsi d’urgenza ex art. 700 c.p.c. per tre famiglie con due giudici diversi della I sezione del Tribunale. 
Le scuole interessate sono il Comprensivo Giusti-D’Assisi (zona 1) e il Comprenzivo Pertini (zona 9).
Entrambi i giudici hanno invitato le parti costituite (famiglie, Comune e MIUR) a trovare una soluzione conciliativa in tempi brevi e nell’interesse dei bambini. 
MIUR e Direttori Scolastici dovranno trovare quindi in questi giorni la soluzione, peraltro già indicata nella nota del 2 novembre scorso che ieri è stata prodotta in entrambi i giudizi.
Le cause sono state rinviate entrambe al 19 gennaio 2017. In tale data i giudici verificheranno se è stato meno raggiunto l’accordo e in caso negativo emetteranno le due ordinanze.