27Mag/21

Comunicato Stampa: Pfas nelle stoviglie compostabili?

Preoccupazione di Foodinsider per l’esito delle indagini de IlSalvagente sulla presenza significativa di fluoro che emerge dai test fatti sulle stoviglie compostabili utilizzate in alcune mense scolastiche, che è un possibile indicatore della presenza di Pfas

Creano molta preoccupazione i risultati dei test relativi ad alcune stoviglie compostabili utilizzate in mensa che IlSalvagente ha pubblicato venerdì 28 maggio. Come sostiene il Prof. Ritieni, docente di Chimica degli Alimenti alla facoltà di Farmacia dell’Università Federico II, la ‘quantità di fluoro ritrovata in queste stoviglie è molto alta e ‘merita attenzione’. Una presenza elevata di fluoro nelle stoviglie compostabili, secondo il metodo di analisi adottato da IlSalvagente, che è lo stesso utilizzato nell’Università di Notre Dame negli USA, ‘indicherebbe la presenza di Pfas’.
Mentre l’inchiesta fa emergere un allarme sui potenziali rischi derivanti dall’impiego di stoviglie compostabili in mensa, il Ministero della Salute, insieme al Ministero per le pari opportunità e famiglia, pubblica le Linee guida per i centri estivi imponendone l’impiego: ‘si devono sempre utilizzare posate, bicchieri e stoviglie monouso ‘possibilmente biodegradabili’ anche al di fuori dei pasti‘.
La parola su cui si gioca la partita delle stoviglie compostabili, così come dei lunchbox è ‘sicurezza’. Ma non esiste nessun documento scientifico, né a livello nazionale né internazionale che ne giustifichi l’impiego. Anzi il paradosso è che per un ingiustificato principio di prudenza (evitare la diffusione del Covid 19) si espongono i bambini ad un potenziale maggior rischio: i Pfas sono classificati dalla Iarc (Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro) come potenziali cancerogeni (Pfoa, Gruppo 2B), e interferenti endocrini (ormonali). I Pfas sono sostanze molto usate nella produzione di materiali destinati al contatto con alimenti, perché repellenti all’acqua e all’olio, quindi garantiscono l’impermeabilità.

Continue reading
11Mag/21

Food policy a Roma, genesi e prospettive

Il Prof. Davide Marino con il Comitato Promotore (foto di Giampiero Mazzocchi)

Il 27 aprile è stata approvata la delibera che mette le basi della food policy di Roma Capitale. Non un progetto calato dall’alto, come è avvenuto in molte città metropolitane, ma una food policy che è il risultato di un percorso partecipativo che ha raccolto il contributo di movimenti, associazioni, reti, ma anche di esperti del mondo accademico da riunire all’interno di un organo democratico come il Consiglio del Cibo. La delibera, infatti, istituisce una consulta cittadina del cibo e impegna la giunta a redigere entro tre mesi un proprio Piano del Cibo, cioè un documento strategico chedefinisce la visione, i principi e le linee guida da seguire nei processi decisionali e nelle pratiche, e che traccia gli orientamenti e le azioni concrete necessarie a garantire a tutti i cittadini di Roma Capitale l’accesso a cibo sano, nutriente, ecologicamente ed eticamente sostenibile .
Abbiamo voluto ricostruire questo percorso, iniziato nel 2019 che ha portato ad un risultato straordinario grazie alla forza e coesione di un Comitato promotore nato solo due anni fa. E’ stato il professore di economia, Davide Marino, che conosce bene Roma, le sue peculiarità, ma anche i modelli di food policy nel mondo a lanciare questa idea. Oltre alla competenza, il prof. Marino ha avuto la capacità di coagulare intorno alla sua visione tante persone, tra cui Salvatore Stingo, l’inventore dell’agricoltura sociale in Italia e Presidente della cooperativa Capodarco, attivista all’interno del Comitato promotore della food policy. Li abbiamo intervistati entrambi per capire meglio cos’è una food policy, perché è importante che Roma abbia la sua politica del cibo partecipata e quali prospettive si svilupperanno a breve a partire dalla delibera.

Continue reading
29Apr/21

Il PNRR dimentica l’educazione alimentare e le mense scolastiche 

Delusione di Foodinsider per l’assenza di investimenti nell’educazione alimentare e nella ristorazione scolastica in contrasto con le indicazioni del Farm to Fork dell’UE.
L’Associazione Foodinsider, da anni impegnata a monitorare e a promuovere una mensa buona, sana e sostenibile, dichiara la propria delusione per l’assenza di investimenti nella ristorazione scolastica e nell’educazione alimentare all’interno del PNRR e si augura che ci sia un ripensamento del Governo.
Mentre l’Unione Europea con la strategia Farm to Fork include le mense come uno degli attori strategici della transizione ecologica invitando gli stati membri a studiare progetti che coinvolgano la ristorazione scolastica, il nostro PNRR parla di mensa solo in termini di ristrutturazione degli spazi.

Continue reading
29Apr/21

Roma avrà il suo Consiglio del cibo

E’ stata approvata dalla giunta Capitolina la delibera che mette le basi per l’elaborazione di una food policy romana che nasce sulla spinta di un movimento dal basso. La delibera, di cui inseriamo un estratto con gli articoli, è un passaggio straordinario di un lavoro coeso e competente che ha visto coinvolte una cinquantina di associazioni, reti e movimenti e la guida accademica di alcuni esperti, tra cui il prof. Davide Marino e Giampiero Mazzocchi, che hanno saputo tenere le fila di un discorso complesso. Nasce su istanze che vengono dal basso anche il Consiglio del Cibo, un organo istituzionale composto da soggetti rappresentativi dei cittadini, delle istituzioni pubbliche, delle associazioni e di tutti gli attori che ruotano intorno al sistema agroalimentare che avrà il compito di monitorare la realizzazione della Politica del Cibo di Roma Capitale.
Il testo, qui sotto con gli articoli della delibera, non è quello definitivo perché ci sono stati degli emendamenti pertanto ci sarà una versione aggiornata tra qualche giorno.

Continue reading
25Apr/21

II Conferenza internazionale di Pandolea per lo sviluppo sostenibile

La II Conferenza Internazionale dell’Associazione Pandolea per lo sviluppo sostenibile tenutasi il 24 aprile 2021 ha dato inizio ad un ciclo di approfondimenti su 4 aree tematiche, la prima delle quali ha avuto come focus l’Educazione Alimentare. L’ evento ha avuto un rilievo internazionale coinvolgendo protagonisti di diversi paesi, oltre all’Italia, tra i quali la Grecia, la Francia, la Giordania, il Marocco, la Spagna e la Tunisia e si è avvalsa del patrocinio di FOODINSIDER, oltre che del Consiglio Oleicolo Internazionale, dell’Associazione Mondiale degli Agronomi, Ministero delle Politiche Agricole, del CIHEAM di Bari, del CONAF, del Collegio dei Periti agrari e Periti Agrari Laureati, dell’Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio, di ASviS, ISMEA, CREA. A moderare gli interventi della mattina all’interno di un fitto programma sviluppato su 4 sessioni è stata Sonia Massari, docente dell’Università di Roma 3, esperta di formazione della sostenibilità attraverso il cibo, che ha accompagnato i vari relatori sul palco virtuale della piattaforma online tramite la quale è stato realizzato l’evento.

Continue reading
22Apr/21

Tre sfide per la giornata mondiale della terra

Un sistema alimentare che si basa su prodotti plastificati che vengono da sempre più lontano, che promuove tanta carne e piatti processati, sempre più ricchi di additivi e meno di nutrienti, non solo ci ha resi più fragili, ma ha impoverito il suolo e inquinato l’atmosfera.  Oggi nella giornata mondiale della terra, levento green che coinvolge circa un miliardo di persone nel mondo con iniziative a tutela del pianeta, proponiamo la nostra sfida. Tre piccole iniziative da attuare oggi: no carne, no plastica, no avocado.

Continue reading
20Apr/21

Sondaggio gradimento mensa 2020/21

Prima della pubblicazione del 6° Rating dei menu scolastici raccogliamo il grado di soddisfazione dei genitori e insegnanti attraverso il sondaggio gradimento mensa 2020/21. Con poche domande sulla percezione della qualità della mensa cerchiamo di capire se, e come, è cambiato il servizio di ristorazione scolastica in questo anno particolare dove la mensa ha dovuto adattarsi a vincoli di sicurezza.
Confidiamo nella rete dei genitori e commissari mensa per riuscire a mappare la situazione in tutta Italia e ricostruire un panorama nazionale che riporti al centro il livello di gradimento di un servizio quanto mai importante in questo anno che ha visto aumentare la povertà alimentare delle famiglie.
I dati completeranno il quadro della nostra indagine che si consoliderà a breve con la pubblicazione della classifica dei menu.

14Apr/21

Webinar, ‘Farm to fork: tra redistribuzione e multispazialità’

Webinar giovedì 15 aprile ore 17.30

Ecco il link per avere informazioni e per accedere al webinar organizzato dalla Rete Italiana Politiche Locali del Cibo in collaborazione con il gruppo di ricerca CoACT dell’Università di Trento, e l’Università del Molise. Foodinsider parteciperà alla tavola rotonda per trattare il tema mense scolastiche: quali azioni intraprendere per trasformare la ristorazione pubblica in uno strumento di politica sociale, ambientale ed economica.

A quasi un anno dalla pubblicazione, da parte della Commissione Europea, dello European Green Deal comprensivo della strategia “Dal produttore al consumatore” per un sistema alimentare equo, sano e rispettoso dell’ambiente, in inglese “Farm to Fork Strategy”, si moltiplicano le reazioni, di plauso o critiche, di questo piano programmatico atto a guidare le azioni di intervento nell’intero comparto agroalimentare europeo dei prossimi cinque anni. Il documento, di per sé non vincolante ed estremamente generico nella sua formulazione, ha dato avvio a una serie di riflessioni che interessano sia la comunità accademica che i vari portatori di interesse della filiera agroalimentare, in quanto alla parte dichiaratoria seguirà, come indicato nell’allegato alla Strategia, una attività di impulso legislativo su più tematiche, atto a riformare il quadro normativo che governa il settore, nonché un’azione di indirizzo per un forte flusso di investimenti, pubblici e privati. Si comprende pertanto la notevole attenzione sollevata.

Continue reading
06Apr/21

6° Rating: indagine in corso

Anche quest’anno l’associazione foodinsider è impegnata nell’indagine dei menu dell’anno scolastico 2020/21 che si completa con la pubblicazione del 6° Rating. Il questionario Menu a Punti continua ad essere lo strumento di raccolta dati attraverso il quale mettere a confronto i diversi modelli di mensa scolastica di cui i menu sono espressione. I dati raccolti, come ogni anno, vengono controllati anche attraverso un confronto con le Amministrazioni e i responsabili del servizio mensa scolastica che hanno l’opportunità di integrare informazioni sul servizio ed, eventualmente, fare riferimento ai progetti messi in atto durante l’anno scolastico.

Continue reading
31Mar/21

La mensa scolastica per contrastare la povertà alimentare

Il primo dato che ci ricorda l’Istat con l’ultimo rapporto 2020 è che la povertà assoluta è più che raddoppiata in 10 anni, passando dal 4,2% nel 2010 al 9,4% nel 2020. Mentre, secondo la Caritas, i nuovi poveri sono passati dal 31% al 45% in un solo anno, dal 2019 al 2020. Le stime parlano di 2.000.000 di famiglie che scivoleranno nella povertà assoluta. Il termometro della situazione si legge nella richiesta di assistenza alimentare che la Caritas e il Banco Alimentare registrano quotidianamente: tra marzo e giugno del 2020 hanno avuto rispettivamente un aumento di 153.000 domande e un incremento del 40% della distribuzione di pacchi con punte per il Sud del 70%. Ad appesantire la situazione è la chiusura delle scuole che ha molte altre implicazioni sulla famiglia, sui bambini e sugli adolescenti. Secondo Save the Children sono 160.000 i bambini in Italia a cui non è più garantito un accesso al cibo con la chiusura delle scuole e che hanno subito effetti sulla crescita dovuti alla perdita del pasto sicuro e completo della mensa scolastica. Quando la scuola è chiusa i bambini delle famiglie più vulnerabili non mangiano.

Continue reading