02Set/19

Spagna: la mensa partecipata dai genitori

mensa partecipata dai genitori

La sentenza della Cassazione del 30 luglio scorso afferma che i genitori ‘possono influire sulle scelte riguardanti le modalità di gestione del servizio mensa‘. Si tratta di un passaggio significativo che di fatto riconosce l’importanza del ruolo delle famiglie nella definizione del servizio di refezione scolastica e nella sua gestione. Ci sono esempi molto interessanti di mense gestite dai genitori o co-gestite insieme alle Amministrazioni locali sia in Italia che all’estero. Abbiamo chiesto alla nostra rete internazionale di aggiornarci sui modelli migliori di mense dove l’influenza dei genitori si fa sentire e soprattutto restituisce alla collettività un servizio di valore. Ecco cosa ci scrive Nicoletta Radatta di Justicia Alimentaria a proposito della Spagna.

Continue reading
11Ago/19

Le reti del frigo solidale, per non buttare e donare cibo

Nel mondo 1/3 del cibo prodotto viene buttato

Si diffondono nel mondo i frigoriferi solidali. Risolvono due problemi essenziali: evitano che il cibo ancora buono venga buttato e lo mettono a disposizione di persone indigenti. Si tratta di una soluzione per trasformare lo spreco in risorsa per altri. I frigoriferi solidali ci sono in Inghilterra, in Spagna, in India, in Sud America e di recente anche Parigi ha aperto il suo frigorifero solidale. Grazie al primo frigo solidale di Dounia una ragazza di 27 anni la cui famiglia gestisce un piccolo ristorante a Parigi, les frigos solidaries sono diventati un’iniziativa che il Comune ha deciso di sovvenzionare per aprirne di nuovi.
Si chiamano ‘community fridges’, ‘solidarity fridges’, o ‘public refrigerators’, sono generalmente posizionati in aree pubbliche e permettono a chiunque di lasciare cibo ancora in buono stato per metterlo a disposizione gratuitamente a chi ne ha bisogno. E in Italia?

Continue reading
01Ago/19

Cassazione e pasto da casa, facciamo chiarezza

Pasto da casa

Sulla sentenza delle Cassazione depositata il 30 luglio 2019 sul pasto da casa, sono uscite molte informazioni che hanno dato adito ad interpretazioni non del tutto corrette. Insieme all’avvocato Alessandra Bircolotti, che a Perugia, e non solo, ha gestito diversi aspetti legali che riguardano la mensa, proviamo a chiarire i punti essenziali della sentenza della Cassazione che si è espressa sulla questione del pasto da casa.

Continue reading
22Lug/19

Caffé bio e plastic free: la rivoluzione dei distributori sostenibili

Area break e distributore a basso impatto ambientale

I distributori di snack, caffé e bibite cambiano pelle e diventano sostenibili. O almeno ci provano. Succede, per esempio, in un vivaio a Roma Nord, Horti di Veio, sulla Via Cassia, in un’oasi verde di circa 10.000 mq divisa in zone da esposizione, giardini arredati e serre, all’interno delle quali è stata creata un’area break a basso impatto ambientale. E’ un esempio di come può cambiare la ‘pausa caffè’ se si vuole essere più sostenibili anche attraverso il cosiddetto ‘vending’.
Quali sono le caratteristiche che rendono un distributore sano e sostenibile? Abbiamo analizzato tutte le opzioni possibili per rendere l’area break il più possibile ‘green’ sulla base dell’offerta disponibile ad oggi sul mercato.

Continue reading
15Lug/19

Mangiare i prodotti dell’orto scolastico a scuola

Orto scolastico nel giardino della scuola

La frustrazione per i bambini di avere lavorato per tutto l’anno per crescere i prodotti dell’orto e poi non poterli mangiare a scuola è grande. La regolamentazione scolastica sembra non autorizzare il consumo dei prodotti dell’orto scolastico. Eppure c’è chi supera questa barriera ‘igienista’ e stabilisce un protocollo che consente ai bambini di provare la soddisfazione di mangiare i prodotti dell’orto. Succede a Trieste grazie al protocollo stilato dall’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata che ha definito le regole che consentono proprio questo: mangiare i frutti dell’orto scolastico. Due sono le opzioni: nella mensa scolastica o all’interno dei laboratori didattici. Ecco come si fa secondo il protocollo definito all’interno delle INDICAZIONI OPERATIVE ORTI SCOLASTICI E CUCINE dell’ASUIT. DIDATTICHE di cui pubblichiamo un estratto:

Continue reading
08Lug/19

Zucchero: quanto se ne può assumere al giorno?

14,1 grammi di zucchero in 100 ml di succo di frutta
Succo di frutta = 14,1 gr per 100 ml

Le raccomandazioni dell’OMS spingono il limite giornaliero di assunzione di zucchero al 5% rispetto al fabbisogno calorico. Una raccomandazione che si riferisce agli zuccheri semplici, che spesso vengono aggiunti negli alimenti durante il processo di produzione, come avviene per le merendine o le bevande zuccherate. Ma questa percentuale che significato ha in termini di grammi di zucchero che possiamo assumere quotidianamente? Ci siamo posti questa domanda perché è necessario uscire dalla teoria scientifica e scendere nella pratica per aiutare le persone a capire i limiti entro i quali stare nell’assunzione di zucchero. Abbiamo chiesto a degli esperti come Gisella Giovanetti che ha lavorato come nutrizionista presso l’ASL2 di Milano e ad Anna Villarini dell’Istituto dei tumori di Milano di darci dei riferimenti chiari in termini di grammi di zucchero che è consigliato non superare come assunzione giornaliera.

Continue reading
04Lug/19

6 azioni plastic free

In Italia si consuma in media 178 l. di acqua in bottiglie di plastica

Ogni anno ingeriamo 50mila microplastiche soprattutto attraverso l’acqua in bottiglia. Consumiamo alimenti che vivono di packaging: non riusciamo a comprare pomodori senza la scatola della plastica, beviamo acqua dalle bottiglie di plastica e ci siamo abituati al gesto di ‘scartare’ ogni volta che dobbiamo mangiare qualcosa. Ma che fine fa la plastica? 8 milioni di tonnellate di rifiuti plastici vengono riversati ogni anno negli oceani. E’ come se ogni minuto venisse  riversato in mare un camion di plastica. Nel mondo, ogni anno, vengono prodotti circa 300 milioni di tonnellate di plastica con una progressione di crescita che ha portato la produzione ad aumentare di venti volte nel giro di cinquant’anni. La maggiore produttrice di plastica è la Cina, a cui fa seguito l’Europa, mentre l’Italia, si distingue, secondo l’ultimo rapporto della Beverage Marketing Corporation, per essere il primo Paese europeo per consumo pro capite di acqua in bottiglia di plastica. Un primato che conquista con i suoi 178 litri l’anno per abitante. Ma abbiamo veramente bisogno di tutta questa plastica?

Continue reading
29Giu/19

Roma: bando di gara per 10 mesi?

SCUOLA. ROMA, DA GENITORI 12MILA FIRME PER RITIRO BANDO MENSE
IL CAMPIDOGLIO RESPINGE RICHIESTA,

Il 26 giugno sono state consegnate in Campidoglio 12.000 firme dei genitori dei bambini delle elementari e materne per chiedere il ritiro del bando per la refezione
scolastica. A riceverle il vicedirettore
del Campidoglio Gianni Serra, che ha usato l’espressione “quattro mamme” riferendosi alle autrici della raccolta firme. A rischio, secondo le “quattro mamme”, è la qualità del pasto e i posti di lavoratoro per un bando, che arriva con più di 2 anni di ritardo e che si riferisce a soli 10 mesi di servizio. Si parla di 4 euro, ma la somma
e’ decisamente inferiore perché in questo valore oltre al pasto, rientrano le riparazioni di eventuali guasti in cucina, le colazioni dei bambini, il biologico e i compensi dei lavoratori.
A Palazzo Senatorio non sembra
esserci nessuna volonta’ di venire incontro alle richieste der genitori e degli operatori del settore. Il bando non sara’ ritirato. Eppure sono tante le perplessità che emergono anche da altri punti di vista. “Insistere con questo bando per meno di un anno, mi puzza”, ha detto il presidente di commissione Marco Palumbo. Alla seduta non hanno partecipato ne’ i consiglieri di maggioranza, ne’ l’assessore competente Laura Baldassarre.
I genitori non mollano e stanno studiando strategie per bloccare il bando. Hanno creato alleanze e stanno studiando il bando con l’aiuto di professionisti del settore ed esperti legali per valutare tutte le possibili azioni al fine di tutelare la salute dei bambini romani, che passa anche per la qualità del pasto a scuola.

19Giu/19

Processo allo zucchero: dichiarato colpevole

PM Luisa Ponti

Il processo simulato alla zucchero che si è tenuto il 18 giugno presso l’Università degli Studi di Milano, ha dichiarato l’imputato colpevole. Dopo tre ore che hanno visto alternarsi consulenti di parte, testimoni e periti, per lo più medici specialisti di alto profilo, i giurati hanno emesso la sentenza. Il reato fa riferimento all’articolo 590 del codice penale che parla di ‘colpa’ anche se vengono concesse le circostanze attenuanti generiche per una concausa da parte degli utenti che sono a loro volta responsabili di un uso scorretto dello zucchero, oltre i limiti definiti dal Ministero della Salute che sono pari al 5% delle calorie.

Continue reading
18Giu/19

Conferenza stampa alla Camera dei Deputati: i video

La conferenza stampa di presentazione del 4° Rating dei menu scolastici che si è tenuta il 13 giugno alla Camera dei Deputati è disponibile in video.

L’introduzione di Francesca Rocchi di Slow Food – 6 minuti

1° parte: Introduzione e presentazione dei risultati dell’indagine Claudia Paltrinieri – 11 minuti

2° parte: presentazione dei risultati dell’indagine Claudia Paltrinieri – 11 minuti

3° parte: presentazione dei risultati dell’indagine Claudia Paltrinieri – 11 minuti

Intervento dell’Onorevole Rossella Muroni – 9 minuti

Intervento dal pubblico Stefania Lattanzi Genima (Genitori Nidi e Materne Roma) – 4 minuti