Da venerdì 26 marzo è pubblico l’avviso “SOSTENIBILMENsE” rivolto ai Comuni della provincia di Siena per accompagnare il cambiamento della mensa scolastica verso un servizio buono, sano e sostenibile. Il bando è promosso dalla Fondazione MPS e vede la collaborazione di Foodinsider, osservatorio sulle mense scolastiche, e ANCI Toscana. Da questa collaborazione sarà possibile realizzare un programma di interventi con le Amministrazioni nelle seguenti aree: qualità del cibo, impatto ambientale sostenibile, riduzione scarti alimentari e rifiuti, formazione comunità educante, supporto e creazioni reti di produttori locali, predisposizione gare e disciplina dei controlli.

All’analisi e confronto con le Amministrazioni farà seguito un elaborato progettuale con un programma di interventi condivisi con Foodinsider e i Comuni selezionati. La Fondazione coprirà i costi economici di accompagnamento consentendo alle Amministrazioni di avere un’assistenza gratuita da parte di esperti nella realizzazione delle iniziative pianificate.

Foodinsider, da osservatorio delle mense scolastiche, diventa attore del cambiamento. Attraverso un team di esperti multidisciplinare, di cui dispone l’associazione Foodinsider, saranno a disposizione diverse competenze per realizzare quella che il direttore di Anci Toscana, Simone Gheri, definisce “un’opportunità nel percorso di crescita e valorizzazione degli elementi educativi, nutrizionali e di sviluppo locale collegati ai servizi di ristorazione scolastica”.

SOSTENIBILMENsE” nasce all’interno del programma di cittadinanza globale e di educazione allo sviluppo sostenibile “sCOOLFOOD” della Fondazione MPS a cui collabora anche Foodinsider con il tema dell’educazione alimentare e della mensa scolastica ‘buona, sana e sostenibile’.

I Comuni della provincia di Siena possono partecipare gratuitamente rispondendo all’avviso SOSTENIBILMENsE entro il 27 maggio 2021. Le manifestazioni di interesse pervenute saranno analizzate e selezionate per accedere alla fase di coprogettazione. A supporto della fase di analisi è stato predisposto un questionario – totalmente anonimo – che ha l’obiettivo di rilevare il grado di soddisfazione ed accettazione del pasto offerto a scuola, evidenziando eventuali criticità e gli ambiti di miglioramento del servizio secondo l’utenza.